Controllo casi di assenteismo

Individuazione dei casi di assenteismo nei quali risulta legittimo licenziare un dipendente per assenza reiterata causata da malattia. L'ordinamento indica un periodo di comporto, entro cui, previa idonea giustificazione medica, il lavoratore non può essere oggetto di licenziamento per giustificato motivo.

Come sancito da recenti sentenze della Cassazione, il ruolo degli investigatori privati è di fondamentale importanza nelle controversie di lavoro, soprattutto nelle cause di licenziamento dovute a episodi di assenteismo. L'intervento è eseguito quando l'azienda ritiene fondato il sospetto che ricorrenti motivi di assenza dal luogo di lavoro da parte di un dipendente non corrispondano motivazioni ufficiali addotte e sussista una volontà lesiva nei confronti dell'azienda.

Il controllo investigativo sull'uso illegittimo dei permessi ex art. 33 L. 104/92 è sancito e legittimato da recenti sentenze.

Ricerca prove a supporto della giusta causa del licenziamento

Completa raccolta di prove a supporto dell’azione di licenziamento per giusta causa già in sede stragiudiziale, evitando così l'impugnazione del licenziamento e le segnalazioni all'INPS.

Tra le motivazioni che possono essere oggetto di indagine:
- simulazione di un infortunio o di una malattia
- furto di beni aziendali
- rifiuto reiterato a eseguire una determinata prestazione
- false timbrature
- uso scorretto dei permessi di lavoro retribuiti
- comportamenti violenti sul luogo di lavoro
- condotta extra-lavorativa penalmente rilevante

L’infedeltà di un dipendente può essere relativa ai seguenti comportamenti: divulgazione di piani di business ai competitor, diffusione di segreti industriali, discredito sull’azienda datrice di lavoro, favoreggiamento delle imprese concorrenti.
Il dovere di fedeltà da parte dei dipendenti è sancito dall'art.2105 del codice civile, nel quale si fa divieto al dipendente di trattare affari per conto proprio o di terzi, in concorrenza con il datore di lavoro e altresì di divulgare notizie sull'organizzazione e sui metodi di produzione dell'impresa o farne uso pregiudicante.

Indagini pre-crediti

Le indagini pre-credit permettono di valutare l’azienda e le persone che la amministrano, superando i dati ufficiali da report e prospetti che normalmente caratterizzano le informazioni commerciali per raccogliere informazioni aggiuntive con le quali poter formulare un profilo di valutazione sulla reale capacità di solvibilità del soggetto.

Indagini due diligence

Processo investigativo supporto ai processi della consueta due diligence, che analizza il valore e le condizioni reali di un'azienda per la quale vi siano intenzioni di acquisizione o investimento.

Indagini su frodi assicurative

Documentazione sulla veridicità di sinistri in campo assicurativo, sia nel caso singolo sia nel contrasto di organizzazioni e/o persone dedite a compiere illeciti in questo campo.
Le indagini mirano ad accertare fatti e danni relativi ai vari sinistri, al fine di tutelare la posizione giuridica dell'assicurato e/o della Società interessata, sia in sede di liquidazione stragiudiziale dei danni sia in sede giudiziale, civile e penale.

Servizi anti-taccheggio

Un completo servizio di sicurezza e antitaccheggio che prevede l’applicazione di tutte le misure necessarie al fine di individuare, accertare e prevenire le cause che determinano - anche a livello contabile- le differenze inventariali, i furti o danneggiamenti di merce all'interno di un esercizio commerciale.

Indagini pre-assunzionali

Investigazioni di accertamento mirate a valutare le reali competenze di un candidato, l’idoneità alla mansione in oggetto, le informazioni fornite e l’affidabilità, al fine di supportare al meglio la gestione delle risorse umane a livello aziendale. L’indagine contempla: identificazione del candidato, profilo familiare, attendibilità curriculum e verifica precedenti attività lavorative, problemi finanziari, protesti e pregiudizievoli, analisi delle capacità reddituali e patrimoniali, flusso reddituale, raccolta di referenze.

Accertamento di concorrenza sleale

Indagini finalizzate ad accertare e documentare con prove giuridicamente valide fenomeni di violazione del patto di non concorrenza o patto di esclusiva, fughe di notizie o dati strategici, sviamento di clientela, imitazione prodotti, comportamenti atti a danneggiare un concorrente.

La concorrenza sleale comprende tutti quei comportamenti illeciti che l’imprenditore adotta per ottenere indebiti vantaggi nei confronti dei competitor o danneggiarli al fine di incrementare il proprio profitto.Disciplinata dagli artt. 2598-2601 c.c., essa è legalmente tipizzata in 4 categorie di atti:
atti di confusione: indebita utilizzazione di nomi e marchi di altri soggetti e/o nell’imitazione servile dei prodotti di altre aziende per generare confusione e incertezza nei consumatori;
atti di denigrazione: diffusione di false notizie e/o apprezzamenti malevoli relativi ai prodotti ed attività di un competitor;
atti di vanteria: indebita appropriazione di qualità relative ad attività e prodotti altrui;
atti contrari alla correttezza professionale: attraverso attività e comportamenti contrari alla correttezza e professionalità propri della categoria di appartenenza, con l’obiettivo di danneggiare la concorrenza.
Seppur l’art. 2600 c.c. sancisce la presunzione di colpa a carico del danneggiante, la concorrenza sleale necessita sempre di prova dell’effettivo danno subito, attraverso criteri probabilistici (Cassazione 15/11/1984 n. 5772) o semplici presunzioni (Cassazione 08/03/2013 n. 5848).

"…il danno risarcibile a norma dell'art. 2043 cod. civ. è il danno - conseguenza patrimoniale; occorre provare che detta lesione abbia cagionato una perdita patrimoniale, senza la quale il risarcimento manca di oggetto. (Cass. 6507/01; Cass. 20120/09). A tal fine è necessario provare la gravità della lesione e la non futilità del danno, da provarsi anche mediante presunzioni semplici, fermo restando, tuttavia, l'onere del danneggiato di allegare gli elementi di fatto dai quali possa desumersi l'esistenza e l'entità del pregiudizio (Cass. 2226/12)".

In caso di accertati atti di concorrenza sleale, è possibile ottenere il risarcimento dei danni subiti nel duplice aspetto del lucro cessante, sia in termini di concreta diminuzione del profitto sia per le spese sostenute al fine di accertare i medesimi atti.

Documentazione sui comportamenti dei dipendenti

Attività investigative mirate a verificare eventuali comportamenti scorretti di un dipendente in circostanze di malattia, infortunio o fruizione di permessi. L’indagine raccoglie elementi di prova pertinenti, su base delle esigenze aziendali relativamente alla specificità del caso trattato e per un successivo uso legale. Tale attività permette inoltre di accertare casi di infedeltà da parte di agenti commerciali.

Controspionaggio industriale

Le indagini finalizzate al controspionaggio industriale sono finalizzate a contrastare quelle attività deleterie - oggi più facili e frequenti, grazie all’avanguardia tecnologica – che puntano a copiare prodotti, svelare strategie e boicottare o mettere in difficoltà la concorrenza. Il controspionaggio industriale consente la difesa efficace dei segreti industriali e la piena tutela di marchi e brevetti di proprietà.

Controversie di lavoro

Indagini supportate da materiale fotografico e video, che consentono di giungere al licenziamento per giusta causa dimostrando ipotesi di reato ai danni dell’azienda. Falso infortunio, falsa malattia, falsa timbratura del cartellino sono solo alcuni esempi. Tutte le attività svolte possono essere prodotte in giudizio e gli stessi investigatori che hanno svolto le indagini possono essere chiamati a testimoniare.

Rintraccio di debitori e identificazione di masse attive aggredibili per il recupero del credito

Indagine finalizzata a reperire tutte le informazioni economiche sulla consistenza patrimoniale di una persona fisica o giuridica, per individuare masse attive aggredibili in ambito immobiliare e/o mobiliare, relazioni con istituti di credito, solvibilità.

Indagini finanziarie

Le indagini finanziarie forniscono importanti informazioni propedeutiche a operazioni come investimenti, pignoramenti presso terzi, iniziative imprenditoriali. Tali indagini consentono anche di valutare le condizioni finanziarie dei Clienti e consentono di tutelare e valutare al meglio attività e interessi personali.

Bonifiche telefoniche e rilevamento microspie

Attività investigativa mirata a individuare eventuali sistemi di spionaggio e intromissioni illecite all'interno di un sistema informatico, telefonico e ambientale che hanno lo scopo di manomettere, copiare, inviare dati dal contenuto riservato.

Contatti

Bergamo: Via Borgo S. Caterina 36
Brembate Sopra (BG): Via Garibaldi 8
Dalmine (BG): Via Provinciale 30
Milano: Via S Clemente 1
Brescia: Via Indipendenza 37
Capriolo (BS): Piazza Mercato 3
Varese: Via Carcano Felice 40
Seriate: Via Italia 68

TEL 035.620735
FAX 035.332560
Mail info@superdetective.eu

INVESTIGATORE
investigatore@cioinvestigazioni.it
CELL 340.9875177

COMMERCIALE
commerciale@cioinvestigazioni.it
CELL 331.4348600
CELL 335.5308051

Seguici

  • facebook
  • twitter
investigatore